• Home
  • KforINNOVATION
  • Finanziamenti a fondo perduto per l’internazionalizzazione delle MPMI in Campania: sportello aperto dal 13 luglio

Finanziamenti a fondo perduto per l’internazionalizzazione delle MPMI in Campania: sportello aperto dal 13 luglio

La Regione Campania ha stanziato 15 milioni di euro a valere su risorse del Po Fesr per l’internazionalizzazione delle micro, piccole e medie aziende, che possono rispondere al bando in forma singola o associata (ATI, A.T.S., reti d’imprese, consorzi, società consortili, inclusi i liberi professionisti). Il bando è rivolto prioritariamente ai seguenti settori strategici per la RIS3 e per il patto di Sviluppo della Regione Campania (senza tuttavia escludere i comparti più tradizionali)*:

1. aerospazio (settore aeronautico; settore spazio; settore difesa e sicurezza);
2. beni culturali, turismo, edilizia sostenibile (sistema dell’industria della cultura; turismo; costruzioni ed edilizia);
3. biotecnologie, salute dell’uomo, agroalimentare (settore farmaceutico; settore dei dispositivi medici/biomedicale; settore del pure biotech; settore agroindustriale);
4. energia e ambiente (settore produzione energia elettrica; settore conversione e accumulo energia; settore dispositivi per la misurazione e l’erogazione di energia elettrica; settore sicurezza del territorio e gestione delle risorse ambientali; settore bioplastiche e biochemicals);
5. materiali avanzati e nanotecnologie;
6. trasporti di superficie, logistica (settore automotive; settore delle costruzioni dei veicoli e dei sistemi di trasporto su rotaia; logistica portuale e aeroportuale);
7. tessile, abbigliamento, calzature.

Le agevolazioni saranno erogate secondo il regolamento de minimis, per un massimo di 150mila euro – pari al 70% delle spese ammesse – per Micro e PMI che lo richiedano in forma singola; e per un massimale di 500mila euro (rispettando il tetto dei 150mila euro per azienda) per programmi presentati in forma associata – pari sempre al 70% delle spese ammesse a finanziamento.

Le azioni ammissibili prevedono:
– la partecipazione a fiere e saloni internazionali
– l’incoming di operatori esteri
– l’organizzazione di incontri bilaterali, workshop e seminari sia in Italia che all’estero
– l’utilizzo temporaneo di uffici e/o sale espositive all’estero e il trasporto di campionari e materiali
– la realizzazione di azioni e materiali di comunicazione, marketing, pubblicità, di siti web e ambienti web based
– Il supporto specialistico per la ricerca di operatori/partner esteri; la consulenza legale (brevetti e registrazione marchi), fiscale, doganale; studi di fattibilità; certificazioni estere di prodotto; la realizzazione di studi di fattibilità e piani di marketing per l’internazionalizzazione; l’ideazione e realizzazione di brand per i mercati esteri

 

[*] Non sono ammissibili i settori esclusi dal regolamento cd. de minimis

Per saperne di più contattaci incentivi@kforbusiness.it

____________________________________________________________________________

3loghi

La KforB supporta dal 2013 progetti di internazionalizzazione attraverso:

  • Il China Italy Business Innovation Center, programma italo-cinese che gestisce in collaborazione con l’Hi-Tech International Business Incubator di Pechino, e che oggi conta su una rete diffusa di collaborazioni nelle più importanti città cinesi, tra cui l’EUPIC, la rete Europa-Cina ENRICH, il Rongtong Investment Group
  • Una collaborazione attiva con la rete Enterprise Europe Network e i suoi nodi diffusi in tutto il mondo, con cui co-organizza annualmente la fiera-convegno Innovation Village, oltre a numerose altre iniziative di matching tra aziende

 

cosa offre:

  • piani di internazionalizzazione
  • consulenza per progetti (europei, nazionali, regionali), dalla fase di ideazione alla rendicontazione
  • analisi di mercato, piani di marketing, di accesso a finanziamenti e agevolazioni
  • accelerazione di impresa e piani di sviluppo strategico
  • organizzazione, gestione e produzione di eventi
  • servizi di comunicazione (dall’ideazione del logo alla progettazione del sito web; dalla realizzazione dei cataloghi alla gestione dei social network; dall’allestimento degli stand alla creazione di rendering)