Rischi e disastri:

non c’è da spaventarsi
KforBusiness ha progettato i contenuti, le regole, la grafica e il multimediale del gioco Rischi e disastri: non c’è da spaventarsi

L’.articolo 3 della legge 24 febbraio 1992, n. 225 “Istituzione del Servizio nazionale della Protezione civile”, integrata dalla legge
12 luglio 2012, n.100 “Disposizioni urgenti per il riordino della Protezione civile”, disciplina, tra l’altro, competenze e attività della Protezione civile, con particolare riferimento alle azioni volte alla previsione e alla prevenzione dei rischi.
Il predetto articolo, peraltro, pone in rilievo l’attività di prevenzione che per i diversi tipi di rischio si esplica anche attraverso la
” … diffusione della conoscenza della protezione civile nonché l’informazione a I la popolazione … “.
Il Dipartimento regionale della Protezione civile della Regione siciliana, nell’ambito delle possibilità offerte dal PO-FERS 2007-2013-Asse 7 linea d’Intervento 71.2.10-Azioni di informazione, educazione e sensibilizzazione dei cittadini finalizzata ad accrescere la cultura in tema di Protezione civile, con questo progetto ha inteso migliorare la cultura della prevenzione dei rischi, sismico, idrogeologico, vulcanico, incendi d’interfaccia e industriale con un’azione sistematica di informazione e formazione rivolta aIla popolazione scolastica e a i docenti di tutte le scuole presenti nel territorio regionale oltre che a Ile famiglie degli studenti.
Il progetto si propone di creare le premesse per l’avvio di una rete di rapporti tra il cittadino e il sistema locale e regionale della Protezione civile finalizzato alla diffusione della cultura del volontariato che rappresenta la risorsa umana e strumentale indispensabile non solo nella fase dell’emergenza, ma anche nella fase di prevenzione dei rischi naturali ed antropici.

Quiz didattico interattivo
Risposte multiple sul tema dei disastri naturali