Campania Start Up 2020

L’Avviso Pubblico ha l’obiettivo di sostenere la creazione e il consolidamento di Start up innovative, per aumentare la competitività del sistema produttivo in coerenza con le traiettorie prioritarie RIS3 Campania. Inoltre, si intendono supportare le Start up innovative nel processo di trasformazione digitale del proprio modello di business – rispetto alle mutate condizioni dovute alla crisi Covid19.

Soggetti ammissibili e requisiti di partecipazione
  1. Micro e piccole imprese costituite da non più di 60 mesi iscritte alla Sezione speciale dedicata alle start-up innovative del Registro delle Imprese;
  2. Promotori d’impresa che intendano costituire una start up innovativa operante nelle aree della definite dalla strategia RIS3 Campania che dovrà poi essere costituita entro 90 giorni dal decreto di finanziamento. In tale caso la domanda dovrà essere presentata da uno dei futuri soci.
Risorse finanziarie e regime di aiuto

Le risorse finanziarie iniziali disponibili sono pari a 5 milioni di euro, che potranno essere incrementate con successivi provvedimenti fino a 12,5 milioni di euro.

L’intensità di aiuto per ciascun beneficiario è pari al 70% della spesa ammissibile.

L’importo massimo del contributo è pari a 300.000 euro, l’importo minimo è pari a 50.000 euro.

Nel caso in cui la spesa ammissibile risulti, all’esito della valutazione, di importo minore a 90.000 euro, l’intensità di aiuto sarà pari all’ 85% della spesa ammissibile.

Caratteristiche dei progetti

I progetti dovranno essere localizzati nella Regione Campania (tale requisito potrà anche essere posseduto all’avvio del progetto) e finalizzati allo sviluppo di soluzioni tecnologiche relativa ad una o più Traiettorie Tecnologiche Prioritarie e ad una esclusiva ovvero prevalente Area di Specializzazione individuate nella RIS3 Campania (vai all’appendice).

Possono accedere alle agevolazioni per la realizzazione degli studi di fattibilità anche le proposte che hanno superato la Fase 1 dello “SME INSTRUMENT” nell’ambito di Horizon 2020 ottenendo un “Seal of Excellence” (ammesse a partire da gennaio 2017 ma non finanziate); tali proposte saranno assoggettate alla sola valutazione amministrativo-formale e sono automaticamente finanziate.

I Progetti dovranno essere ultimati entro 12 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni, con possibilità di proroga fino ad un massimo di ulteriori 3 mesi.

Sono agevolabili i progetti di investimento che comportino un contributo di almeno 50mila euro.

Spese ammissibili

1) Spese connesse all’investimento materiale e immateriale (impianti e macchinari, acquisito brevetti e titoli di proprietà intellettuale, software e realizzazione siti web)

2) Consulenze funzionali all’avvio e/o allo sviluppo del progetto aventi ad oggetto:

  • brevetti;
  • studi di fattibilità;
  • servizi di consulenza in materia di innovazione, compresi i servizi di incubazione ed accelerazione di impresa, servizi di sostegno all’innovazione, servizi di sostegno alla penetrazione del mercato, servizi di sostegno alla digitalizzazione del business

3) Spese di personale, assunti sia a tempo determinato che indeterminato

4) Spese generali, in ragione del 15% dei costi del personale

5) Altri costi (fidejussione, spese promozione e commercializzazione, fitto locali, licenze sw e servizi in cloud)

Presentazione delle domande e valutazione

Le domande dovranno essere presentate a mezzo entro le ore 12.00 del 60simo giorno successivo alla pubblicazione del decreto sul BURC, avvenuta in data 13 luglio 2020 (quindi l’11 settembre 2020), esclusivamente a mezzo PEC.

La procedura di selezione delle Domande di agevolazione è di tipo valutativo, con approvazione di graduatoria complessiva dei progetti presentati.

Criteri di valutazione

NOTA
ON/OFF in presenza del requisito si ottiene il punteggio dichiarato
Max punteggio massimo che sarà essere modulato con la valutazione

Modalità di erogazione del contributo

Il contributo sarà erogato in massimo 4 tranche, di cui una a saldo.

La prima quota potrà essere erogata per un SAL non inferiore al 20%, ovvero – in alternativa – potrà essere anticipata previa presentazione di idonea fidejussione.

Il saldo finale non potrà essere inferiore al 15%.

Sportello Ricerca&Innovazione
a cura di Knowledge for Business srl e TECUP srl

Attivo uno sportello di supporto per progetti di R&S, Innovazione, Start Up Innovative, con la consulenza specialistica della Knowledge for Business – specializzata nella progettazione, accesso e gestione a fondi per ricerca e innovazione – e la TECUP srl, start up innovativa partecipata dalla Knowledge for Business specializzata in servizi per la ricerca e il trasferimento tecnologico

Per info, appuntamenti on line, approfondimenti, contattaci a: incentivi@kforbusiness.it