PNRR – FONDO 394/81 Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (E-commerce)

Finanziamento agevolato in regime “de minimis”, con co-finanziamento a fondo perduto in regime di “Temporary Framework” per:
– la creazione di una nuova piattaforma propria oppure
– il miglioramento di una piattaforma propria già esistente; oppure
– l’accesso ad un nuovo spazio/store di una piattaforma di terzi (i.e. market place), per commercializzare in paesi esteri beni/servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.

A chi è rivolto

PMI con sede legale in Italia che abbia depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.

Spese ammissibili

a)Creazione e sviluppo di una piattaforma informatica oppure dell’utilizzo di un market place

-creazione, acquisizione e configurazione della piattaforma
-componenti hardware e software
-estensioni componenti software per ampliare le funzionalità (es. software per la gestione degli ordini, circuiti di pagamento, servizi cloud, integrazioni con ERP, CRM, AI e realtà aumentata)
-creazione e configurazione app
-spese di avvio dell’utilizzo di un market place.

b)Investimenti per la piattaforma oppure per il market place

-spese di hosting del dominio della piattaforma
-fee per utilizzo della piattaforma oppure di un market place
-spese per investimenti in sicurezza dei dati e della piattaforma
-aggiunta di contenuti e soluzioni grafiche
-spese per lo sviluppo del monitoraggio accessi alla piattaforma
-spese per lo sviluppo di analisi e tracciamento dati di navigazione
-consulenze finalizzate allo sviluppo e/o alla modifica della piattaforma
-registrazione, omologazione e tutela del marchio
-spese per certificazioni internazionali di prodotto.

c)Spese promozionali e formazione relative al progetto

-spese per l’indicizzazione della piattaforma oppure del market place
-spese per web marketing
-spese per comunicazione
-formazione del personale interno adibito alla gestione/funzionamento della piattaforma.

Le agevolazioni

  • Piattaforma propria /miglioramento: il minore tra euro 300 mila e il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati del Richiedente.
  • Piattaforma di terzi: il minore tra euro 200 mila e il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dell’ importo minimo pari a euro 10 mila

L’esposizione complessiva del Richiedente verso il Fondo 394/81 non potrà in ogni caso essere superiore al 50% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci.

La quota di co-finanziamento a fondo perduto sulla richiesta di finanziamento:
– fino al 40% dell’importo complessivo del finanziamento richiesto, se il Richiedente ha almeno una sede operativa (costituita da almeno 6 mesi) in una delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia;
– fino al 25% dell’importo complessivo del finanziamento richiesto, se il Richiedente non ha almeno una sede operativa in una delle Regioni di cui al punto precedente.

Presentazione della domanda

Prorogato al 31 maggio 2022 per disponibilità fondi.

Per presentare la domanda

Sportello Ricerca&Innovazione 
a cura di Knowledge for Business srl e TECUP srl 

Attivo uno sportello di supporto per progetti di R&S e accesso al credito di imposta, con la consulenza specialistica della Knowledge for Business – specializzata nella progettazione, accesso e gestione a fondi per ricerca e innovazione – e la TECUP srl, start up innovativa partecipata dalla Knowledge for Business specializzata in servizi per la ricerca e il trasferimento tecnologico. 

Per info, appuntamenti on line, approfondimenti, contattaci a: incentivi@kforbusiness.it